La lettura, nella fascia d’età 0_3 anni è uno stimolo importantissimo per lo sviluppo del linguaggio, della fantasia e del pensiero, inoltre, diventa un momento esclusivo tra adulto e bambino, dovrebbe diventare un rito piacevole e rassicurante.


Per questi motivi è molto importante saper scegliere con attenzione i libri che si propongono ai bambini, i libri dovranno essere uno strumento prezioso.


Il lavoro di educatrice mi ha permesso, negli anni, di conoscere editori, piccole case editrici indipendenti, autori e personaggi, sviluppando un forte senso critico nella scelta dei testi, esaminando con cura le immagini, i testi, forme e materiali.


Molto spesso si pensa che nella fascia d’età 0_3 i bimbi non siano “in grado” di apprezzare fino in fondo un libro o una lettura condivisa ad alta voce.
Un libro, invece, può diventare un mezzo attraverso il quale l’adulto potrà affrontare i temi più svariati, divertenti ma anche delicati, basti pensare al momento dell’ingresso a scuola e il senso di abbandono per il primo distacco, lo spannolinamento, l’abbandono del ciuccio, la gestione delle emozioni (pensate, per esempio, ai “terribili due”).


@liberi_book nasce quindi dalla mia passione per la letteratura dell’infanzia, nasce dalla continua ricerca di testi, autori e testi sempre nuovi da proporre ai bimbi dell’asilo in cui lavoro, se questa passione si incontra poi con un gruppo di mamme e professionisti del settore come @kids_guiding_moms ed ecco che ne nasce un connubio stimolante e sempre in continua evoluzione.
Ma come si sceglie un libro per i bimbi in questa fascia d’età?


Ecco alcune semplici suggerimenti, sono semplice regole da seguire per la scelta consapevole dei testi:


DA 0 A 12 MESI: i libri dovranno avere immagini molto grandi, con parti tattili e sonore, con copertine morbide e plastificate, dovranno essere libri da coccolare e da assaggiare.
Esistono libri con immagini in bianco e nero da proporre già nei primissimi mesi di vita del bambino, con righe, spirali, cerchi e altre immagini stilizzate da posizionare sulla culla del neonato per attirarne l’attenzione.

DA 12 A 18 MESI: i libri dovranno avere immagini grandi, brevi frasi, colori vivaci; riproporranno momenti di vita quotidiana come la pappa, il sonno, il bagnetto.
I bimbi saranno così stimolati nel riconoscere oggetti e situazioni, sarà possibile interagire e scoprire insieme a loro tante nuove semplici parole.

DA 18 A 36 MESI: in questa fascia d’età si potranno proporre semplici piccole storie che tratteranno argomenti riguardanti la vita dei bambini, si potranno affrontare in maniera delicata ed empatica i più svariati argomenti dai più semplici…fino ad arrivare anche al tema del lutto e delle separazioni.
Esistono anche svariati bestseller per questa fascia d’età, i bimbi si affezioneranno al personaggio del libro che ritroveranno nei vari testi, li riconosceranno e si riconosceranno nelle storia, dento le quali troveranno grandi risposte.

Questi sono semplici suggerimenti che piano piano svilupperemo in consigli di lettura nei prossimi articoli, ricordo che sono del tutto soggettivi e dipendono sempre dal carattere e dal tipo di interesse del bambino.


Ci sono bimbi piccoli già predisposti all’ascolto condiviso, altri che mostrano interesse limitato e discontinuo.
La cosa più importante è che il bambino non viva il momento della lettura come un obbligo ma sarà importante mostrargli un approccio positivo e curioso sin da subito.
Leggetegli con calma, soffermatevi sulle immagini, interpretate con enfasi i vari personaggi, trattate i libri come oggetti preziosi e vedrete crescere il loro il desiderio e l’interesse della lettura.


Buona lettura a tutti
Nadia di @liberi_book