Voi siete le mamme e voi conoscete i vostri figli

Ciao a tutte!!!!!

Come ben sapete dalla mia biografia mi chiamo Concetta e ho una figlia piccola di nome Giulia. Ma oggi non parlerò della mia vita con lei. Di come gestisco la mia giornata e come riesco a conciliare bambina – lavoro, (dato che ho un negozio e mia figlia è sempre con me…)

Voglio parlarvi di una cosa che mi è successa subito dopo il parto, che mi faceva stare molto male.

Quando è nata Giulia sono ritornata a lavoro dopo 15 giorni. Ero molto contenta di rivedere i miei clienti e di far vedere il mio Angioletto biondo. Però non avevo fatto il calcolo con l’invadenza, sia morale che fisica che potessero avere nei nostri confronti.

“Consigli” morali del tipo: “è vestita troppo pesante ” – “sta sempre in braccio ” – “perché non gli dai il ciucciotto” . Sentirli amplificati perché clienti fissi, era questo che mi faceva stare molto male….

Per non parlare dell’invadenza fisica le davano baci ovunque. La volevano prendere in braccio (molte volte dicevo che stava dormendo) stava diventando più stressante sopportare i clienti che stare con Giulia. Mi facevano sentire inadeguata, non brava nel gestire mia figlia.

L’unica persona che è riuscita a farmi cambiare umore è stata mia madre. Dicendomi:”tutto quello che fa una madre per il proprio figlio è giusto, anche se si sbaglia “. Queste parole mi hanno riempito il cuore. Mi hanno fatto capire che non me ne dovevo più importare dei “consigli” delle persone, perché mi stavano condizionando nella crescita di mia figlia.

Quindi mamme un consiglio vi do se state vivendo la mia stessa situazione “FREGATEVENE”. Delle persone che devono mettere per forza bocca sulla vostra vita e sulla crescita dei vostri figli.

Voi siete le mamme chi meglio di voi conosce le esigenze dei vostri figli!!!

Con affetto Concetta.