L’immagine è presa dal testo : La dislessia e i dsa. GiuntiEdu.

La mappa concettuale può rivelarsi uno strumento  molto utile per lo studio di bambini con e senza Dsa. Non sono altro che rappresentazioni grafiche di concetti espressi in forma sintetica( parole-concetto) all’interno di una forma geometrica(nodo) collegati tra loro da linee o frecce che esplicitano la relazione attraverso parole- legamento. Le mappe devono avere una struttura gerarchica,una forma a triangolo con al vertice il titolo e seguire una struttura verticale.

        È importante fare un lavoro preliminare per poter costruire una mappa:

  • Conoscere prima di tutto come è organizzato il proprio libro di testo (come sono segnati i capitoli,i paragrafi)
  • Osservare gli indici testuali: immagini, titoli, sottotitoli, parole evidenziate.
  • Osservare gli organizzatori anticipati: ad esempio tempo,luogo,cultura ecc
  • Recuperare informazioni che già abbiamo su quell’argomento, e solo dopo passare alla lettura
  • Evidenziare nel testo le parole chiave da inserire nella mappa
  • osservare le immagini che ci sono nel testo e decidere se e quali abbinare ai nodi concettuali.

Queste operazioni possono essere utili nel caso di testi di storia,geografia,per quanto riguarda testi narrativi in cui di solito ci sono scarsi riferimenti visivi,può essere utile :

  • Segmentare il testo in più periodi separandoli con una riga
  • Associare un’immagine per ogni periodo
  • Evidenziare le informazioni importanti
  • Avere schemi pre-impostati

raccontidimamma