Vi ho già detto che A era cefalica mentre B era podalica, vero?
Beh è per questo motivo che mi hanno dato la possibilità di scegliere se fare un parto naturale o cesareo.
Se fossero state entrambe cefaliche, non si sarebbero neanche posti il problema!
Io avrei tanto voluto provare il parto naturale, ma mi sono un po’ informata tra le mamme di gemelli.. ho sentito di casi in cui la prima è nata col parto naturale e la seconda col cesareo.. e anche no dai!!
Visto che a Rimini sono molto restii a fare i cesarei, abbiamo deciso di programmarlo! Se poi prima di tale data fosse iniziato il parto naturalmente, ci avremmo provato!
Niente da fare.. le ragazze stavano bene dov’erano (io pure se devo essere sincera ?).. le ho provate di tutte, persino andare a ballare 3 giorni prima della data fissata per il taglio.. ma loro stavano belle comode!
La sera prima del parto è stata un po’ strana.. cena leggera, mi avevano detto all’ospedale..ho optato per un petto di pollo e bicchiere di vino rosso ??..foto di rito.. ho fatto la doccia.. e siamo andati a dormire..
Eccolo arrivato il 2 dicembre 2015.
varcare il portone di casa sapendo di uscire in due e tornare in quattro è stata una sensazione molto strana!
Per fortuna io e mio marito eravamo decisamente sereni! Strani ma sereni! Abbiamo fatto il nostro tragitto accompagnati da radio deejay.. hanno messo anche una canzone dei Subsonica che ci ha fatto sorridere perché noi ci siamo conosciuti proprio ad un concerto dei Subsonica!
Coincidenze? Mah questo non lo so, però è stato bello!
E così siamo arrivati al fatidico momento.. camicione, lettino e via che si va dritti in sala operatoria!
Ricordo bene quel momento.. tremavo dal freddo, quella puntura nella schiena che credo mi abbiano fatto 5-6 volte.. più mi dicevano di stare immobile e più tremavo per il freddo..
Neanche in quegli istanti sono riuscita a stare zitta (ferma si, per forza.. ero legata!)..
“mi raccomando quella di destra è la A, non sbagliate!!! Quella che nasce prima!!!”
10.27 Adelaide 2.790 per 48 cm
10.29 Beatrice 2.370 per 46 cm
La prima sensazione che ho provato è stato un grandissimo vuoto dentro di me..
Me le hanno portate vicino, continuavo a chiedere se stessero bene e continuavo a sbaciucchiarle.. l’unica cosa che potessi fare perché avevo ancora le mani legate!
Poi le hanno portate via per farle stare insieme al babbo e io sono rimasta sola con quel telo verde davanti a me, pronta per essere ricucita.
Non è stato proprio un parto emozionante.. non ho potuto abbracciarle, stringerle a me, coccolarle, allattarle.. niente di tutto ciò!
Quando finalmente sono tornata in camera, però, ho trovato lí dentro tutta la mia vita.
Mio marito e le nostre creature in braccio a lui.. ci siamo stretti in un forte abbraccio e quella è stata una delle emozioni più forti che io abbia mai provato.