Il sorriso è una curva che raddrizza ogni cosa.

Da sempre mi sono sentita dire che ho un sorriso luminoso. Sarà ma non ci vedo nulla di speciale.
Ho 27 anni, si okay quasi 28, e solo recentemente mi sono trovata a scontrarmi con la verità che il mio sorriso non mi ha mai abbandonata, forse però sono io che non gli ho mai permesso di spegnersi.
Se ci penso ne ho di motivi per cui avrei potuto lasciarlo spegnere. Mi rendo conto di essere sopravvissuta a molte cose nella mia giovane vita, io che sono un anima vecchia.

Ecco perchè ho deciso di essere “una mamma con il sorriso”

ho una figlia di sei anni, Arianna è il mio sorriso più grande, quello spontaneo, forte, che ti da la voglia di alzarti ogni mattina anche se le gambe non ti reggono, non senti le mani e non vedi bene.

Si perchè la Sclerosi multipla colpisce random, una volta qui, una volta lì e non ti avvisa, non ti chiede il permesso.

Ho sempre sorriso perchè sono convinta che il mio sorriso possa aiutare gli altri, non voglio essere presuntuosa, chi mi conosce sa che sono terribilmente fragile e che il mio sorriso è una corazza,però sono convinta che ehi… se ce la sto facendo io, ce la si può fare tutti.

Sono qui grazie a Vanessa, Erica e Francesca, che mi stanno dando la possibilità di raccontarmi, di credere in me.

sorriso

Ho imparato a guardarmi cambiare, prima magra, in carne, magra di nuovo, con i capelli corti, lunghi, senza capelli.

ho scoperto di avere un sorriso dalle mille sfumature e ogni giorno ne scopro una nuova, per me, mia figlia, mio marito e l’ultimo arrivato.

Non avrei mai creduto di poter essere madre, di nuovo, madre nonostante tutto e invece da novembre nelle nostre vite è arrivato Antonio.

Ho scoperto che non esiste sfida che non possa essere affrontata, anche se sembra impossibile, anche se sembra difficile, nulla è impossibile.
Perchè sono qui? per spronare le mamme a rinascere, a non fermarsi, a lottare, per raccontarmi e per ricominciarmi ogni giorno un pochino di più.

Giulia.