Ho avuto come da sempre la tua nonna molto vicina ed è stato il mio punto fermo.

Quello che voglio essere io sempre per te amore mio.

Non ti nego che ha fatto fatica e ha dovuto spesso mandare giù bocconi amari infatti ero sempre nervosa ed irritabile.

Mi ha aiutato veramente in ogni cosa dal trasloco delle mie cose dalla casa del papa’ alla sua, mi ha aperto le porte di casa senza chiedere nulla in cambio o giudizi, mi ha aiutato fisicamente in ogni lavoro nonostante il suo mal di schiena e soprattutto mi ha sorretto a livello morale e emotivo.

Ero a pezzi e il suo sostegno mi ha dato la forza quando pensavo di non averne Più.

Da un lato soffrivo per la fine della storia più importante della mia vita. Dall’altra avevo paura per te, per la mamma che sarei stata e per il futuro che ti avrei dato…

La tua nonna ha compreso e perdonato tutti i nervosismi che avevo e che sfogano su di lei, cercava sempre di rilassarmi nonostante il vortice di emozioni e pure che mi inghiottiva e mi rendeva la vita difficile e rendeva anche a lei il compito non semplice.

È stata un’ amica, una compagna e una mamma premuorsa.

E’ stata la mia colonna portante durante il parto…

Ma questo poi te lo racconterò più avanti…

Durante l’esame della morfologica ha vegliato su di me insieme a tua zia Vale e ha pianto tanto quando ha sentito battere il tuo cuoricino.

Mi ha tenuto davvero sotto una campana di vetro, addirittura non mi faceva mangiare le uova cotte se non pastorizzate. Insomma ci ha coccolate e amate e ci ha anche sorrette a livello economico, un aiuto prezioso.

Insomma se non avessimo avuto il suo enorme aiuto tu amore mio probabilmente non ci saresti stata quindi la ringrazierò sempre con tutto il mio cuore e so che potrai sempre contare su di lei come ho potuto fare io.

Vanessa