Nutrirsi di meraviglia e bellezza: idee e ricette. L’atelier del gusto.

Quando è nata Kristel Sundari è stato per me subito spontaneo ed essenziale chiedermi: come mi sarei presa cura di lei? come l’avrei cresciuta ed educata? Il Metodo Montessori mi ha dato tantissime risposte, pratiche e concrete con cui affrontare la grande meravigliosa avventura dell’essere genitori.

Nella mia ricerca educativa mi sono però ritrovata in totale sintonia anche col pensiero del Reggio Children Approach. Si tratta di una filosofia educativa fondata sull’immagine di un bambino (e in generale di ogni essere umano) portatore di forti potenzialità di sviluppo e soggetto di diritti, che apprende e cresce nella relazione con gli altri.

COS’E’ IL REGGIO CHILDREN APPROACH

Tra i molteplici tratti distintivi dell’Approccio Reggiano troviamo:

  • LA PRESENZA dell’ATELIER: la creatività come una modalità di conoscenza che ciascun bambino possiede. E’ essenziale valorizzare tutti i linguaggi verbali e non verbali dei bambini, accreditando loro pari dignità. L’Atelier inteso come “laboratorio del fare” accoglie in modo permanente linguaggi grafici, pittorici, manipolativi.  Ma anche quelli del corpo legati a movimento, comunicazione verbale e non verbale, linguaggi iconici, logici, scientifici, naturali, etici, multimediali. Tutto questo perchè si pensa sempre ad un bambino che conosce con tutto se stesso.
  • LA PRESENZA della CUCINA INTERNA: essenziale per valorizzare l’idea che alimentazione significa salute, piacere, cultura.  Utile per mettere in condizione i bambini di vivere appieno il linguaggio del gusto. Il momento del pranzo è tra i più importanti nella giornata di un bambino in età 0-6 anni. Mangiare con gusto significa anche “stare bene”, essere sereni. Mangiare insieme agli altri favorisce inoltre la convivialità.

Seguendo la centralità dei “cento linguaggi”, all’interno dell’Atelier si offre ai bambini la possibilità di avere incontri con più materiali, più linguaggi, più punti di vista. Mani, pensiero, emozioni si attivano contemporaneamente, valorizzando la creatività di ogni bambino e dei gruppi.

ATELIER DEL GUSTO

Presso il Centro Internazionale Loris Malaguzzi, all’interno dell’Atelier del Gusto è possibile:

  • CONOSCERE frutta e verdura di stagione, fiori, spezie;
  • SPERIMENTARE i sapori e insieme conoscerne origine e storia;
  • PARTECIPARE ai processi naturali di trasformazione del cibo, giocando con i suoi colori, consistenze, profumi;
  • REALIZZARE PERCORSI TEMATICI sul cibo locale etnico e tradizionale e/o corsi di cucina senza scarto.

Tutte le attività sono rivolte a bambini, giovani e adulti, genitori, cittadini, studiosi da tutto il mondo.

Ecco qui qualche idea da replicare anche a casa propria.

I SENSI DEL GUSTO

Come incontrare il mondo delle verdure coinvolgendo i sensi di vista, gusto, tatto e olfatto?

VISTA:

1)  imbandire un tavolo di verdure di stagione, invitando i bambini a scoprire nuovi ortaggi, scoprendone colori e sapori (es: sapevi che le patate possono essere gialle, rosse, bianche e …viola? quanti tipi diversi di insalate conosci? di che colori possono essere i pomodori?)

2) acquerelli da verdura e spezie essiccate e polverizzate

Qualche esempio:

  • il giallo da curcuma e zafferano,
  • l’arancione dalla carota,
  • il viola dal cavolo cappuccio

PROCEDIMENTO: diluire la polvere con un po’ di acqua e sbizzarrirsi a colorare su carta e cartoncini a prioria scelta. Al posto dei pennelli, è possibile usare anche fettine agrumi essiccate come stampini

OLFATTO:

1) il gusto di frutta e verdura può trasformarsi anche in AROMA: come? grazie al diffusore che permette di creare acque aromatiche colorate e profumate!

PROCEDIMENTO: Inserire nel diffusore fettine di frutta a propria scelta (consigliati gli agrumi – limoni e arance perché molto aromatici), aggiungere spezie e erbe aromatiche: lasciare in infusione per qualche minuto e poi odorare l’aroma accendendo il diffusore.

Qualche esempio:

  • mela, zenzero, arancia, limone
  • lime e rosmarino
  • arancio, limone e salvia
  • alloro, salvia, rosmarino, cavolo cappuccio e mela
  • mela, salvia, scorza arancia, fettine di mandarino

2) questo è il concetto base delle WATER DETOX: si tratta di una bevanda fresca e aromatizzata da sorseggiare durante il giorno (preferibilmente a stomaco vuoto)  realizzata con frutta e verdura lasciate in infusione per tutta la notte. Numerosi i benefici: stimolazione metabolismo, agevolazione diuresi e digestione, eliminazione tossine in eccesso. Preparare la propria detox water è facilissimo. Consiglio di usare ingredienti bio e di stagione.

CONTENITORE: caraffa/brocca, barattolo 4 stagioni o bottiglia di vetro

RICETTA 1

(in bottiglia di vetro)
5 fragole + 2c chicchi melograno + 10 foglie menta piperita
PREPARAZIONE: affettare a metà le fragole e inserirle nel recipiente insieme ai chicchi di melograno e foglie di menta



RICETTA 2

(in barattolo bormioli)
1 mela stark + ½ carota + ½ limone + ½ cm zenzero fresco + petali di rosa edibili (opzionali)
PREPARAZIONE: affettare tutti gli ingredienti e inserirli nel recipiente.

Versarci sopra acqua pura e lasciare in infusione per tutta la notte. Bere al risveglio e durante la mattinata (al termine, frutta e verdura possono essere consumati)
VARIANTI: Le water detox possono essere preparate in molti modi secondo gusti personali e ingredienti a disposizione

TATTO e GUSTO:

  • preparare crackers e grissini al sapore di minestrone

Bastano: farina, acqua, un pizzico di sale e polveri di verdura essiccata (es: porro, carota, cavolo cappuccio, cipolla). Cuocere in forno a 180° per 10-15 minuti (in base alle dimensioni dei crackers/grissini).

 

Volendo, accompagnare con la mousse di barbabietola crudista alla noci. Frullare una barbabietola con 1 manciata di noci, ¼ spicchio di aglio, 1 filo di olio, 1 pizzico di sale e 1 cc di succo di limone.

———

Offrire un’alimentazione sana e gustosa ai nostri figli è essenziale per garantire loro una salute ed un sistema immunitario forti nel breve e lungo periodo. Cucinare e ritrovarsi tutti insieme intorno ad una bella tavola imbandita è sempre un momento gradito e fonte di memorie familiari e fraterne.

In conclusione, l’Atelier del Gusto aiuta noi genitori ed adulti a ragionare sulla crescita dei bambini tra allattamento, relazione, autonomia, sviluppo del gusto e del piacere dell’alimentazione, al fine di formare coscienze consapevoli che saranno il nostro futuro.

Quanto per te la cucina e l’alimentazione sono occasione di creatività ed educazione?

Se Ti va, fammi sapere le Tue sperimentazioni insieme ai Tuoi figli e condividi la Vostra ricetta del cuore! Grazie!

……

Per approfondire l’argomento: