La mia vita è cambiata l’8 Luglio 2019
La vita, ho imparato quel giorno, può essere imprevedibile.
Quel giorno sono entrata in sala operatoria camminando e ne sono uscita con una paralisi dell’85% della gamba sinistra.
Uscita dalla sala operatoria mi ero accorta che qualcosa non andava bene…..
Non avrei mai potuto immaginare quello che sarebbe accaduto poi.
Dopo 15 giorni, alla desutura mi dissero che era una cosa fisiologica.
Al 30simo mi dissero che avevo una lesione neurologica, legata a un’ischemia del nervo femorale.
Il mondo mi è caduto addosso.
Mi sono sentita il mondo sbriciolarsi sotto i piedi.
Ho pianto.
Ho urlato.

Poi, mi sono rimboccata le maniche.
Ho iniziato fisioterapia, elettrostimolazione e terapie all’avanguardia nella speranza che sarebbe tutto passato.
Dopo qualche mese però vedevo che la gamba peggiorava sempre più.
Ho iniziato anche ad usare le calze della circolazione.
Cortisone per mesi e mesi.
Fino al 31 Ottobre.
Quel giorno, all’ennesima elettromiografia, il dottore mi ha dato la sua sentenza : “ Non camminerai mai più come prima, la lesione è grave e ti si è rotta la guaina mielinica”.
Ho pianto e urlato come se avessi qualcuno che mi strappava il cuore da dentro.
Dopo qualche giorno pesante però ho deciso che non mi sarei fermata, ho dovuto richiedere permesso Handicappati e fare revisione patente ottenendo per 5 anni, la patente BS ( o come la chiamo io B special ).
Settimana scorsa qualcosa invece sembra si sia smosso.
Ho incontrato un neurochirurgo FANTASTICO che mi ha preso in carico e vuole effetture nuovi esami per capire se oltre ai nervi ho, come lui sospetta, una lesione midollare.
Vedremo cosa accadrà!
La vita è imprevedibile.

Francesca