CFaccine per esprimere rabbia o stupore, animali, bandiere: oggi 17 luglio si celebra la Giornata mondiale delle Emoji, le emoticons che hanno rivoluzionato il nostro modo di comunicare.

La ricorrenza è stata fissata nel 2014 da Jeremy Burge, fondatore di Emojipedia.org, con lo scopo di “promuovere l’uso delle emoji e diffondere il senso di gioia che portano con sé”. 

Ma perché proprio oggi?  

Non è una data casuale, anzi è proprio il giorno che ricorda la loro nascita. La data del 17 luglio è stata istituita  Giornata Mondiale delle Emoji perché effettivamente nella faccina raffigurante il calendario viene proprio rappresentato il giorno 17 luglio.

Il termine emoji eriva dal giapponese e vuol dire pittrogramma, cioè un disegno o un simbolo in uno o più colori immediatamente riconoscibile. Le emoji fanno parte ormai del linguaggio universale e sono capaci di far parlare i popoli di tutto il mondo.

Questa foto è stata scattata al matrimonio di una coppia di amici. Elisa aveva venti giorni 😍

Politicamente corrette le emoji non disturbano nessuno: faccine bianche 🙋, nere🙋🏾 , coppie e famiglie omosessuali e eterosessuali 👭👬👫. Disegnini di bistecche🥩 e di alimenti vegani🥗. Avete notato che non ci sono fucili e pistole? Emoji come riflesso della nostra cultura, nessuno escluso. Avete notato che c’è anche una ragazza con l’hijab? 🧕

 

Ad oggi ne sono disponibili oltre 2.800 e non c’è tastiera o computer o sistema operativo, da iOS di Apple ad Android di Google, che non abbia le proprie emoji. Addirittura la faccina che ride a crepapelle 😂 è stata eletta parola dell’anno 2015 dai dizionari Oxford. Una scelta che non sorprende affatto: se inizialmente, infatti, le emoticon accompagnavano ed integravano il significato di frasi ed enunciati, oggi, in molti casi, finiscono per sostituirle completamente.

Le emoji più usate

In base ai dati forniti da Facebook e Messenger, ci sono più di 2.800 emoji e quasi tutte (2.300) sono utilizzate quotidianamente su Facebook. Nello specifico, ogni giorno nei post di Facebook ne sono usate più di 700 milioni e sono oltre 900 milioni le faccine che vengono inviate ogni giorno senza testo su Messenger. Capodanno è il giorno in cui vengono utilizzate più emoji.

Le faccine che usiamo tutti i giorni nelle nostre chat e nelle nostre mail, ci aiutano ad esprimere pensieri ed emozioni senza utilizzare le parole.
È la morte della scrittura? un bene o un male?
Di sicuro le usiamo tutti.

Quali sono le emoji che utilizzate di più?
Lasciatemi un commento! Ovviamente solo emoji!