Dopo il mio ultimo articolo Come ho deciso di avere un bambino?
Oggi vi pongo un quesito,
Viaggiare incinta si può?

Quante volte una donna alla prima gravidanza si trova a chiederselo.

La risposta è si,ovviamente se la gravidanza è fisiologica.

Non ci sono controindicazioni da parte di nessun medico.

Se non fermarsi spesso se il viaggio sarà in auto e durerà a lungo.

Per le mie esperienze personali posso affermare che il secondo trimestre è il periodo migliore per viaggiare.

Sono passate le nausee e la pancia non è ancora ingombrante come negli ultimi mesi.

Durante la gravidanza di Andrea ho fatto un tour di Toscana e Umbria,i miei posti del cuore,ad esattamente sei mesi di gestazione.

Io e mio marito abbiamo soggiornato in un Agriturismo a Chiusi e durante il giorno abbiamo visitato alcuni paesi più o meno vicini.

I paesi visitati erano tutti piccoli borghi e come tali andavano visitati a piedi.

Essendo paesi collinari le stradine erano spesso in salita ma assolutamente fattibili.

Ricordo ancora bene i calci che mio figlio mi diede nella pancia dopo aver salito i numerosi gradini che portavano alla Basilica di S.Francesco.

Effettivamente  la giornata era calda pur essendo Maggio e i gradini interminabili,aveva sicuramente ragione lui di lamentarsi.

Gli altri paesi visitati furono Castiglione del Lago,Cortona e il meraviglioso San Gimignano.

Tra cantine,negozi tipici di souvenir locali e ristoranti dove mangiare le prelibatezze  toscane e umbre,il viaggio si è concluso dopo 5 giorni.

Una bellissima esperienza che spero di ripetere al più presto con i miei bambini.

Durante questa gravidanza,al momento sono al sesto mese,ho fatto due viaggi.

Il primo in Luglio al mare a Castiglione della Pescaia in Toscana.

Ero al quarto mese di gravidanza,la mia pancia non era per niente evidente ma le nausee anche se verso il termine si facevano ancora sentire.

Premetto che la temperatura era ideale perchè non superava mai i 30 gradi durante il giorno.

Alla sera una fresca e leggera brezza accompagnava le nostre passeggiate nel centro del paese,molto carino e caratteristico.

Il soggiorno quindi sarebbe anche stato perfetto,se non fosse per un piccolo particolare.

Io tendo ad avere la pressione bassa,incinta nel periodo estivo ancora di più.

Il mare purtroppo non mi ha aiutato e ho fatto fatica nelle ore centrali a camminare per raggiungere la spiaggia dalla casa in cui soggiornavamo.

Il secondo viaggio invece ha avuto come location la montagna,nello specifico in Sud Tirol a Siusi allo Scilliar.

Abbiamo trascorso 4 giorni bellissimi in un family Hotel a misura di bambino,circondati da un bosco incantevole.

La temperatura ovviamente era fresca e le camminate che abbiamo fatto sono state a misura di bambino di 4 anni e di mamma incinta.

Il percorso più bello e fattibile è stato quello per la Malga Sanon a Castelrotto.

Partendo con l’autobus dal nostro Hotel abbiamo raggiunto la cabinovia  ad Alpe di Siusi.

Attraverso la cabinovia, partendo da 1.000 mt di altitudine ne abbiamo raggiunti 1.850 arrivando al paese di Castelrotto.

Da qui è iniziata la camminata di quasi 10 km che ci ha portati alla Malga.

Alla tal Malga si trova anche un rifugio dove poter pranzare,ma noi abbiamo preferito fare un pic nic sul prato.

Per aiutare il nostro bimbo che ha camminato bene e volentieri tutta l’andata,al ritorno abbiamo preferito camminare solo 2 km fino alla fermata dell’autobus che ci ha riportati alla cabinovia.

Per esperienza personale considero la vacanza in montagna ideale in gravidanza,ovviamente se anche la pressione della gestante lo permette.

Quindi che dire,io consiglio di viaggiare finchè si vuole e si può ,essere incinta non significa sicuramente essere inferma.

Viaggiare inoltre rilassa la mente e il corpo e sappiamo bene tutti che una donna incinta rilassata è una donna serena.

Via aspetto il prossimo con un altro articolo,spero che questo sia stato di vostro gradimento.

A presto.

 

Stefania

 

Visitate la mia pagina

@lamiavitatraunbiondoeunmoro