La pedagogia Montessoriana: i momenti più delicati.

Ci sono dei momenti particolari durante la crescita di ogni bambino, che possono essere definiti delicati.

Delicati perchè se affrontati in modo sbagliato,possono turbare l’equilibrio dei bambini.

Vediamo quali sono:

Il momento del cambio pannolino :

  • Questo è un momento molto importante. Non ci scoraggiamo se le prime volte farà molti capricci.
  • Cerchiamo di rimanere calme e magari cantiamogli un canzone o portiamo con noi un gioco o un libro a cui è particolarmente legato e che lo rilassa.
  • Nel caso di un lattante,è molto importante cambiarlo spesso,orientativamente ogni 3\4 ore.

 

Perchè è meglio il cambio in piedi?                                                                                                                                                                                        

  • Più il bimbo cresce più comincia a sentirsi irrequieto sul fasciatoio, ed è normalissimo!
  • Cambiarlo orizzontalmente come da neonato,  può risultare controproducente.
  • i motivi per provare a cambiare il bambino in piedi sono moltissimi.
  •  Orizzontalmente il bambino più grandicello si sente un oggetto, senza potere decisionale, sballottato qua e là come un pupazzo.
  • Non vede ciò che sta accadendo e questo  lo innervosisce e lo annoia!
  • Il fatto che muova continuamente le gambe impedendoci di cambiarlo in tranquillità è inevitabile, poiché sentendole all’aria il suo istinto è quello di muoverle e dimenarle.

 

Secondo la Montessori:                                                                                                                                                                                         

  • Il bambino sarà molto più coinvolto e non si sentirà una marionetta. In piedi avrà gli occhi alla nostra stessa altezza e di conseguenza ci sarà molto più contatto (che se prima era fisico ora diventa anche psicologico).
  • Ci sarà dialogo, potremo parlare con lui, spiegare cosa facciamo, renderlo partecipe (piegando il pannolino sporco e buttandolo, alzandosi da solo i pantaloni, iniziando a pulirsi da solo con il nostro aiuto…).
  • Non ultimo, cambiando il bambino in piedi il bimbo diventerà più consapevole di quando deve essere cambiato e del cambio in generale. Questo è un passo importantissimo verso lo spannolinamento, perché attraverso il cambio in piedi il bambino acquista più velocemente il controllo sfinterico.
  • Come? Il controllo sfinterico è una conquista lenta, e ogni bambino ci arriva in tempi diversi, ma solitamente lo si ottiene tra i 18 mesi e i 3 anni. Venendo cambiato in piedi il bambino è più consapevole e cosciente del suo corpo e di ciò che il suo corpo elimina, così come della pulizia che ne consegue.
  • Il cambio del pannolino in piedi, quindi, è sempre una buona scelta. Lo si può cominciare a sfruttare a partire dai 12 mesi, periodo nel quale il bambino sa stare in piedi da solo in sicurezza.

sitografia: clicca questo link

articoli precedenti