Prevenire è meglio che curare, quante volte abbiamo sentito e usato questa frase!

 

“Il microbo è nulla, il terreno è tutto”

                                                         (Pasteur)

 

 

Abbiamo avuto un mese di Settembre con temperature estive. Con Ottobre iniziamo l’Autunno e i primi malanni tipici della stagione fredda.

Ogni cambio di stagione è un momento molto delicato, per adulti e bambini. Agire in prevenzione permette a corpo e mente di adattarsi al meglio al cambiamento climatico.

Ma è possibile fare un’efficace prevenzione grazie ad una sana alimentazionerimedi naturali mirati?

Assolutamente si!

Perchè qualsiasi virus/batterio, infatti, sarà meno forte contro un corpo che ha difese immunitarie ben attrezzate.

Prevenire è meglio che curare:

L’Alimentazione

Perchè, le giuste scelte alimentari giocano un ruolo importante nella protezione dalle malattie da freddo?

Il perchè è molto semplice. Per avere un sistema immunitario forte è indispensabile fare il pieno di vitamine e minerali.

Nei piatti dei nostri bimbi non devono mancare frutta e verdura di stagione.

In autunno e inverno  è bene proporre:

  • agrumi: (arancia e mandarino, bergamotto e cedro, pompelmo e limone) ricchi di vitamina C, polifenoli e flavanoidi con potente azione antiossidante.
    melagrana: ricca di vitamina C e selenio
  • kiwi: ricco di vitamina C, rafforza le difese immunitarie e riduce le infiammazioni
  • broccoli: ricchi di sulforafano per proteggere bronchi e polmoni (attenzione: cuocerli pochi minuti per mantenere intatte tutte le proprietà benefiche)
  • mandorle : vitamina E e antiossidanti
  • barbabietole: ad azione rimineralizzante (l’assunzione ideale è bere un estratto di questo ortaggio. Per migliorare il sapore si può unire una carota, una mela e mezzo limone)
  • cavoli: ricchi di vitamine A,B, E, fibre e minerali

Eliminare i cibi ricchi di zuccheri e farine raffinate perchè acidificano l’organismo e creano infiammazione con conseguente indebolimento delle difese immunitarie.

Prevenire è meglio che curare:

I Probiotici

Un buon 70% del sistema immunitario risiede nell’intestino.

Una sana flora batterica è fondamentale per rispondere efficacemente  agli attacchi di agenti esterni e contrastare gli eccessi infiammatori.
Si consiglia vivamente di integrare in forma preventiva probiotici specifici (Bifidobacterium Lactis e Lactobacillus Casei, Lactobacillus Acidophilus) per un ciclo di 30 giorni.

Molto validi i probiotici della Bromatech

  • Enterelle
  • Bifiselle
  • Serobioma

 

Con la stagione fredda si è più soggetti ad influenze, raffreddori, mal di gola ed affezioni a carico dell’apparato respiratorio ma una prevenzione consapevole ed accurata con rimedi della medicina complementare e naturali,  può risultare efficace per rinforzare le difese immunitarie e ridurre la frequenza e l’ intensità dei malanni.

Prevenire è meglio che curare:

L’Omeopatia

La stagione fredda porta spesso con sè raffreddori causati dai primi freddi, tossi e a volte influenza. I medicinali omeopatici, grazie alle loro diluizioni e perchè privi di effetti collaterali e tossicità chimica sono indicati per un’adeguata prevenzione e possono essere assunti tranquillamente da bambini, anziani e donne in dolce attesa.

  • Oscillococcinum.  Contribuisce a ridurre in modo significativo il rischio di contrarre influenza e sindromi influenzali. Si suggerisce di iniziare un trattamento preventivo a partire dall’inizio del mese di settembre. Un tubo dose di Oscillococcinum va assunto una volta a settimana (per tutto il periodo di maggiore trasmissione di queste infezioni, ossia fino ad aprile)
  • Influenzinum 30 CH. A partire dal mese di novembre, si può associare 1 tubo dose al mese. (a partire dall’autunno per tutta la durata dell’inverno)

Spagyria

La parola “Spagiria” deriva da due parole greche.  “spao” = estrarre doni + “gheros” = doni divini.  La Fitoterapia spagyrica è un intreccio tra alchimia ed erboristeria. Le particolari formulazioni rendono i rimedi efficaci nel trattamento dei disturbi più disparati ma senza “soppressioni di sintomo” e senza “effetti collaterali”. Il rimedio spagirico in altre parole è considerato olistico perché concentra in sé le forze di guarigione. La guarigione del corpo, dello spirito e della mente.

I rimedi spagyrici più indicati per i bambini durante la stagione fredda sono:

  • MGS 25 Rosa Canina. Rimedio dalle virtù adattogene. Ad azione tonica ed equilibrante. Ricostituente e modulante dei processi fisiologici. Rinforza dall’interno e aiuta una reattività maggiore
  • E25: Timo serpillo. Favorisce il naturale benessere delle vie respiratorie. Grazie alle sue riconosciute proprietà balsamiche.
  • E66 : Lavanda e Pino silvestre. Utile per il benessere delle vie respiratorie e del cavo orale (tosse, bronchite) e per la sua azione balsamica ed emolliente.

Posologia consigliata: 7gocce x 2v/die in acqua calda. Trovi i gli Elixir Spagyrici e i Macerati Glicerici della ditta  Similia in farmacia e parafarmacia.

Floriterapia

Andando verso l’inverno e con l’arrivo dell’ora solare (che entrerà in vigore tra il 24 e 25 Ottobre) le persone più sensibili possono avvertire alterazione del sonno e maggiore stanchezza, difficoltà di concentrazione e umore altalenante, tensioni e nervosismo.

Essendo privi di condizionamenti, i bambini rispondo molto bene alle vibrazioni energetiche. I fiori di Bach sono un valido aiuto per ristabilire la serenità e favorire un miglior adattamento al cambio di stagione. Armonizzando i disequilibri a livello emotivo.

I 2 fiori di Bach più indicati per la gestione del cambio di stagione sono:

  • Walnut (noce). Fiore di elezione per tutte le fasi di cambiamento della vita. Walnut aiuta a “lasciare andare”. Migliora la flessibilità ad adattarsi al nuovo. Allontana le energie negative dell’ambiente circostante.
  • Olive (ulivo).  Fiore della rigenerazione. Contrasta la stanchezza mentale e fisica. Olive, allevia infatti il senso di sopraffazione dato da troppi impegni e ripristina le riserve energetiche psicofisiche. Spesso oggi si sovraccaricano i bambini di attività scolastiche ed extra-scolastiche.
    I  ritmi sono ben scanditi e spesso frenetici. I genitori, infatti, devono essere consapevoli che tutto ciò va a stancare l’organismo e lo rende di conseguenza più vulnerabile agli attacchi di virus e batteri.