Nell’articolo precedente,vi ho parlato di uno dei momenti più delicati della crescita del bambino,ovvero il cambio del pannolino.

Oggi invece,in questo articolo conclusivo,vi parlo di altri momenti molti delicati ed importanti.

Questi sono:

  • Spannolinamento
  • Momento nanna
  • Mangiare

 

Spannolinamento:

togliere il pannolino è una tappa molto importante nella crescita del bambino. Questo processo è graduale e richiede tempo.

  • Può capitare che i genitori vogliano anticipare questa fase e forzarlo a togliere il pannolino quando magari non è ancora pronto a farlo.
  • Secondo l’educazione montessoriana è molto importante aspettare il momento giusto per togliere il pannolino
  • Come capire se il bambino è pronto a togliere il pannolino seguendo il suo ritmo naturale di crescita?
  • Bisogna osservare i suoi segnali di autonomia:1.mostra interesse nel bagno?2.vuole togliersi i vestiti da solo?3.Mostra disagio nel tenere il pannolino umido?
  • E’ utile chiedere spesso al bambino se ha bisogno di fare pipì o cacca e prestare attenzione ai suoi gesti che indichino tale necessità.
  • Si potrà anche incorporare il bagno nella routine del bambino, offrendogli di usare il water/ vasino nei momenti in cui normalmente il bambino fa pipì, per esempio al risveglio, prima di uscire, dopo essere entrato in casa, dopo pranzo ecc.
  • Il bambino non andrà rimproverato se non riuscirà a trattenere i suoi bisogni. Non bisogna prendersela con lui.
  • Come non va punito, così il bambino non va nemmeno premiato per essere riuscito ad andare al bagno.
  • Il bambino non deve vedere questa come un’azione speciale, ma semplicemente come una nuova tappa del suo sviluppo.
  • Va ricordato che il controllo dello sfintere è collegato a un processo di maturazione del cervello del bambino, proprio per questo ogni bambino è unico.

Momento nanna: 

  • sarà necessario creare e rispettare con il piccolo una routine che preceda i momenti l’andare a letto cosicché possa comprendere autonomamente che sta arrivando il momento di dormire e che, una volta più grandicello, sia autonomo e non faccia i capricci per rimanere alzato.
  • Ad esempio,lavare i denti,fare la pipì o cambiare il pannolino,leggere una storia o cantare una ninna nanna.
  • Evitate di tenerlo seduto troppo a lungo sul seggiolone o sulla sdraietta durante il giorno,e lasciategli sperimentare il mondo che lo circonda, stando però sempre attenti che non venga iperstimolato perché rischierà di fare moltissima fatica ad addormentarsi.

 

Mangiare: 

Un bimbo è pronto ad essere svezzato quando:

  1. è in grado di stare seduto correttamente, sostenendo la schiena e la testa;
  2. riesce ad afferrare e tenere in mano gli oggetti;
  3. prova curiosità verso il cibo dei grandi.
  4. Anche avere un primo dentino è un segnale che il bimbo può essere svezzato.
  • inizialmente il bambino che viene svezzato toccherà il cibo con le mani, per comprenderne anche la consistenza, la temperatura, gli ingredienti. Piano piano, fornendogli posate facili da maneggiare, si sentirà felice di sviluppare la capacità di mangiare da solo come i grandi, e lo farà volentieri.
  • Evitiamo di stargli addosso con mille comandi: Non muoverti, non sporcarti, non toccare, stai composto
    Piuttosto elogiamo le buone maniere acquisite: Sei molto bravo ad usare le posate!
  • Spesso per evitare che il bambino si sporchi, tendiamo a non assecondarlo nel momento in cui mostra di voler mangiare da solo, questo capita anche per evitare di perdere tempo. Ma è sempre meglio assecondare il bambino e seguirlo in questa esperienza.
  • Quando il bambino diventa insofferente a tavola e inizia a saltellare sulla sedia, fare lo sciocchino o dondolare, allora è il chiaro segnale che è sazio o ha perso la concentrazione: molto meglio concedergli di alzarsi, sparecchiando la sua parte.
  • Se ha finito può alzarsi, ma non può scegliere la via di mezzo, ovvero mangiare un boccone, correre per casa con il boccone in bocca (pericolosissimo!), poi di nuovo mangiare un pezzo e di nuovo giocare.

Spero che questi consigli possano esservi utili 🙂

Articoli precedenti:https://www.kidsguidingmoms.it/wp-admin/post.php?post=11792&action=edit

Sitografia: https://tuttomontessori.com/spannolinamento-consigli-pratici-dalleducazione-montessoriana/

http://www.montessoriinpratica.it/web/content/le-indicazioni-pratiche