Giochi per bambini 0-3 anni

Giochi per i bambini 0-3 anni. I bambini amano giocare ed esplorare. Il gioco è una delle chiavi per favorire lo sviluppo intellettivo ed emotivo e fisico del neonato. Prima di scegliere i giocattoli giusti bisogna cercare di capire in quale fase dello sviluppo è il bambino. Giochi adatti alla loro età, ai loro gusti personali e alle loro capacità li potranno divertire, interessare, incuriosire. Ma soprattutto li aiuteranno a sviluppare le loro capacità nel miglio modo possibile. Maria Montessori ha paragonato la mente del bambino nei primi anni di vita a una spugna e l’ha chiamata “mente assorbente”, riferendosi proprio alla straordinaria capacità di ogni piccolo di assorbire ciò che lo circonda senza fatica.

I genitori hanno un ruolo fondamentale in questo processo di crescita. Sono gli adulti a dover fornire al bambino gli stimoli giusti per agevolare lo sviluppo  delle sue abilità.

0-6 mesi

Giochi morbidi

Si può usare un pupazzo che fa rumore per attirare l’attenzione del bambino. il contatto con lo sguardo e il suono della voce della mamma che lo fa muovere è un ottimo stimolo sensoriale fino a che il bambino non sarà in grado di afferrarlo in autonomia.

 

Palestrina con giostrine

Le giostrine sono strumenti molto utili che aiutano i bambini a sviluppare la vista, a mettere a fuoco un oggetto e a seguirli, a percepire i colori e la profondità degli oggetti e a seguirne i movimenti. Insomma imparano a concentrarsi e a scoprire il mondo attraverso la vista. Con vari oggetti appesi in base allo stimolo visivo, sonoro, tattile. Il tempo di gioco fornisce molta stimolazione mentre il bambino cerca di raggiungere i giocattoli sospesi. Non appena il bambino inizia ad afferrare le cose si possono proporre altri giochi. Gli oggetti da mordere di legno, con i campanellini, oggetti sospesi colorati come nastri, non solo da poter guardare ma anche da toccare e da tirare.

Canzoni e filastrocche

Cantare e ballare al piccolo favorisce lo sviluppo del linguaggio ed è anche un’occasione  la stimolazione senso-motoria. recitare una filastrocca semplice, una piccola canzone ballando lo aiuta a stimolare il senso dell’udito e del linguaggio.

6-12 mesi

Dai 6 mesi il bambino è in grado di stare seduto da solo e da questa nuova prospettiva i giochi del bambino a partire dai 6 mesi iniziano ad essere molto più vigorosi. I suoi movimenti diventano sempre più precisi e la sua attenzione inizia ad essere su oggetti anche più piccoli.

Il gioco del cucù e del nascondino

aiuta il bambino a capire che l’oggetto o la persona può sparire e ricomparire, lo prepara a capire che anche la mamma può non essere presente ma tornare al bisogno.

Tavolo attività

Offrono esperienze diverse e multisensoriali. hanno diverse attività da svolgere coinvolgendo più sensi.

Libri

La lettura inizia a diventare una delle attività più stimolanti: libri sonori e tattili da toccare stimolano le capacità e permettono al bambino di imparare l’associazione causa-effetto.

Peluche e bambole di stoffa 

da animare e nascondere, toccare, accarezzare con colori vivaci.

Palla di stoffa

da spingere per stimolare il movimento del bambino o da tirare per sentirne il suono e stimolare il bambino alla ricerca.

12-24 mesi

Ballare

I bambini amano ballare e ascoltare la musica. Sentirne il ritmo, muoversi e scoprire movimenti nuovi. Buon modo per aiutarli a trovare meglio equilibrio e rafforzare gli arti inferiori per imparare a camminare. Un’attività molto semplice da fare ma che diverte grandi e piccini.

Infilare e catalogare

  • recipiente con un collo un po’ largo e tanti nastri. I bambini possono collocare i nastri all’interno del contenitore e, una volta che sono dentro, tirarli fuori. Questo gioco aiuta lo sviluppo della concentrazione e aiuta le la capacità di motricità fine.
  • Collane e perline con la pasta: fare bracciali o collane con pasta, o altro piace sempre ai bambini. Fare le creazioni usando una piccola corda come filo.

Nel catalogare si può fare in diversi modi: selezionarlo per colore o grandezza li aiuta a fare ordine.

  • Dare una ciotola con tanti tipi di pasta, che devono separare per tipologia: dividere le farfalle, i fusilli, le penne, e così via…
    Oppure potete dare loro il riordino di forchette e cucchiai, di oggetti dello stesso colore o forma.

Le farine

Il gioco sensoriale per eccellenza è l’uso delle farine. La sua consistenza, attira la loro attenzione, quindi può essere una buona idea per intrattenerli a lungo. Provate a dargli diverse ciotole, cucchiai, contenitori, formine, un setaccio in modo che possa vedere la farina che cade, piccole pentole, un imbuto.

2-3 anni

I bambini di 2-3 anni sono attivi e molto movimentati. Corrono, saltano , toccano , imparano a relazionarsi con gli altri, socializzano e imparano anche a rispettare le regole. Un importante periodo di cambiamento non solo per le conquiste linguistiche, ma anche per il bisogno di una maggiore indipendenza.

Far finta di

I giochi del “facciamo finta di” li aiutano a sviluppare la loro immaginazione. Si trasformano travestendosi o immaginando di essere personaggi indossando cappelli, borse e vestiti che trovano in casa. imitano la mamma in cucina o il papà al lavoro, la maestra o la nonna. Li aiuta a “provare” le varie attività di vita pratica.

I colori

I bambini di 2 anni riescono a distinguere e riconoscere le tonalità dei colori  ma solo successivamente riescono ad attribuire  il giusto nome ad ognuno di essi. preparare ciotole con palline o bottoni o vari elementi da dividere nelle diverse tonalità. Oppure utilizzare un memory dei colori che si può creare con dei cartoncini colorati fai da te.

Anche le attività creative con i colori sono da valorizzare. Permettono lo sviluppo della motricità fine. Allestire un grande foglio bianco in cui il bambino può dare libero sfogo alla sua creatività.

Le costruzioni

E’ un gioco che induce il bambino a scoprire nuove forme, a trovare soluzioni, a comporre ed a costruire senza porre limiti alla sua fantasia. Questo gioco aiuta anche a sviluppare la concentrazione e ad esercitare la precisione.

Contatti

Potete contattarmi alla mia EMAIL: erica.tata@hotmail.com