Anche fra genitori separati si può avere una complicità?
La risposta è’ SI!
Ebbene si, anche i genitori separati possono essere complici, per il bene dei loro figli. Anzi dovrebbe essere un dovere morale farlo proprio per la loro crescita emotiva!

Dopo tanti anni oggi per la prima volta sento una vera e immensa Unione con il papà di Ginevra.
Non ci amiamo tra noi ma siamo legati dall’amore immenso verso di lei. Che vale ancora di più e ci rispettiamo per il nostro ruolo condiviso.
Non mi sento più sola ad affrontare tutta questa situazione che mi sta completamente disarmando ma ho un complice con cui confrontarmi e confidarmi.

Martedì 10 Novembre Ginevra dovrà sottoporsi ad un piccolo intervento alla bocca. In cui verrà sedata per poter permettere al dentista di fare dei piccoli interventi “buccinatore e il frenulo ovviamente sia sopra che sotto”.

La nostra vita ci mette sempre alla prova, sembra che non si merita mai un attimo di respiro!
Un mesetto fa infatti andiamo a fare la nostra consueta igiene dentale e il controllo dal dentista e non trova delle semplici carie ma ovviamente ci comunica che dovrà sottoporre a un piccolo intervento ( fortunate come al solito!).

Mentre il dentista mi parlava il sangue nelle mie vene si cominciava a ghiacciare, ma come sempre dovevo fingere serenità e non  far vedere assolutamente la mia preoccupazione alla mia piccola. Una semplice Caria era chiedere troppo? Per noi si!
Avrei voluto urlare piangere e invece sono rimasta impassibile.
Uscita da lì abbiamo chiamato subito il suo papà che ha capito la situazione e che ci ha dato il suo appoggio e infatti insieme abbiamo fissato un incontro il prima possibile per poter parlare con il dentista, confrontarci e capire al meglio quello che le sarebbe successo!

Per la prima volta non mi sono sentita da sola!

E’ una sensazione stranissima.

Ma quanto bella è?

Gratificante e inaspettata!

Sinceramente non sono mai stata da sola ho sempre avuto i miei genitori a sostenermi, ma avere proprio il suo appoggio, la sua complicità nell’affrontare la situazione è stata davvero un’ emozione incredibilmente meravigliosa.

Quindi davvero ringrazio me stessa per aver combattuto con tutto il cuore per poter dare un papà a mia figlia e ringrazio con il cuore il mio coraggio perché oggi rende felice anche me avere al mio fianco il suo papà.