Gnocchi di zucca fatti in casa!

I colori dell’autunno mi ricordano sempre il colore della zucca e la memoria mi riporta indietro nel tempo.

Una volta si diceva sempre “giovedì” gnocchi ed infatti la mia nonna me li preparava sempre, ora anch’io li preparo spesso per la mia nipotina anche se non è giovedì…

gnocchi di zucca

Ricetta degli gnocchi di patate e zucca:

Ingredienti:

  • 600 g di zucca mantovana già cotta e senza buccia
  • 400g di patate gialle e vecchie
  • 300g di farina bianca
  • 50g circa di fecola di patate
  • 10g sale

Procedimento :

Lavare molto bene le patate e cuocerle con la loro buccia a vapore per circa 30min.

Tagliare a fette la zucca lasciando la buccia togliere tutti i semi ed i filamenti e disporla su una placca con carta forno e cuocerla in forno per circa 20/25 min.

Se possibile lavorare su una spianatoia o su un tagliere in legno.

Una volta cotte schiacciare con uno schiacciapatate le patate e farle raffreddare qualche minuto

 

gnocchi di zucca

Quando anche la zucca è cotta dopo averla pelata schiacciarla e farla raffreddare qualche min.

Iniziare ad impastare le patate con la zucca aggiungendo la farina e la fecola ed il sale cercando di non lavorare troppo per evitare che l’impasto diventi colloso.

Formare dei cilindretti  aiutandosi con poca farina e tagliare gli gnocchi della stessa misura per ottenere poi una cottura omogenea.

Passare poi gli gnocchi ottenuti sui rebbi infarinati di una forchetta per dargli la rigatura caratteristica.

? I consigli della nonna?

Usare patate vecchie e farinose perché contengono più amidi ed assorbiranno meno farina

Il rapporto ideale per ottenere un’ impasto dalla giusta consistenza è di 1\3 di farina sul peso delle patate

Se la proporzione fra la farina e le patate è corretta non è necessario aggiungere uova

Cuocere le patate con la buccia ben lavate in abbondante acqua fredda

Usare uno schiaccia patate no frullatori perché rendono l’impasto colloso

Una volta formati gli gnocchi passarli nella parte interna di una grattugia infarinata o sui rebbi di una forchetta sempre infarinata per ottenere i classici solchi che raccoglieranno più sugo

Farli riposare circa 10/ 20 minuti per evitare che si attacchino durante la cottura

Cuocerli pochi alla volta in abbondante acqua salata, quando vengono a galla lasciarli un paio di minuti e scolarli con un mestolo forato

Assolutamente non scolateli tutti insieme nello scolapasta perché si attaccherebbero fra di loro

Se non si consumano tutti congelarli su un vassoio leggermente infarinato ben separati

Una volta congelati conservarli nei sacchetti gelo.

Si cucinano congelati

Spero che questi consigli vi possano essere utili per quando deciderete di provare a fare gli gnocchi in casa.

 

Nonna Anna