L’educazione Steineriana

L’educazione steineriana è un approccio evolutivo che nasce a partire dal 1919 per opera di Rudolf Steiner. La sua pedagogia è legata a un’evoluzione del bambino libera, senza imposizioni da parte dell’adulto.

Gli aspetti di questa educazione

Questo tipo di educazione prevede la valorizzazione di alcuni aspetti:acquerello steineriano

  • materie artistiche e artigianali: sono considerate fondamentali da sviluppare e sono la base delle sue scuole
  • attenzione alla natura: le scuole spesso sono in ambiente bucolico e con un’attenzione all’alimentazione biodinamica
  • utilizzo delle immagini: le metafore sono fondamentali per la sua educazione che appunto, lavora per associazioni di immagini
  • importanza delle fiabe: sono metafora della vita e di come si possono superare gli ostacoli. Aiutano inoltre nello sviluppo della fantasia e la gestione delle emozioni
  • imitazione: è la base dell’educazione. Gli adulti devono essere esempio
  • insegnanti come educatori: rimangono con lo stesso gruppo di bambini tutto il primo settennio, quindi possono dare continuità e essere un riferimento
  • antroposofia: è lo sviluppo armonico di corpo, anima e spirito ed è la filosofia caposaldo per l’educazione steineriana
  • bambole Waldorf e pegdoll: sono una tipologia di bambole senza espressività e facilitano il dialogo del bambino con sé stesso e l’esternazione di emozionibambola Waldorf

Tipo di scuola

Il tipo di scuola proposto da l’educazione steineriana è diverso da quella tradizionale. Le classi si dividono in settenni e per ogni fascia di età è previsto un obiettivo di sviluppo diverso. dall’anno ai 7 anni ci si concentra sul mondo buono, la fantasia e i bambini vengono stimolati in questo senso attraverso il gioco. Dai 7 ai 14 anni invece si sviluppa il senso estetico, sviluppando la socialità e il pensiero autonomo. Dai 14 ai 21 invece, secondo l’educazione steineriana, si sviluppa l’uomo e quindi il pensiero logico e astratto ed è la fase in cui si cerca di capire il proprio posto nel mondo.

L’educazione steineriana pone molta attenzione ai temperamenti, che per lui sono formati da vari aspetti: corpo fisico, corpo eterico, corpo astrale e Io. Questi rappresentano le componenti che influenzano il comportamento. In tutto ciò l’educatore è fondamentale perché ha il compito di mantenere in equilibrio questi diversi aspetti, adattando le materie di studio alle inclinazioni e competenze dell’allievo.bambini natura

Una piccola curiosità, sapevate che le scuole steineriane sono chiamate anche Waldorf, perché la prima scuola venne costruita per i figli di operai all’interno di una fabbrica di sigarette, che si chiamava appunto Waldorf?

 

Valentina Cucchierato, mamma, educatrice e doula

www.valentinaeducatricedoula.it