DIFESE IMMUNITARIE:

consigli utili contro i primi freddi.

ARRIVA IL FREDDO

Torniamo a parlare di malanni di stagione. Con primi freddi iniziano a comparire le prime infezioni delle alte vie respiratorie con febbri, tossi e raffreddori che spesso accompagnano i bambini per tutta la stagione invernale.

Ma perché i bambini si ammalano più spesso degli adulti? La risposta risiede  nella fisiologica immaturità del sistema immunitario dei più piccoli, che si ritrova ad entrare in contatto per la prima volta con una grande varietà di microorganismi patogeni. Questo avviene soprattutto quando il bambino inizia a frequentare gli ambienti comunitari, come gli asili nido e le le scuole materne, che essendo più più affollati hanno una maggior  concentrazione di virus e batteri.

Cosa possiamo fare quindi per aiutare i nostri bimbi ad affrontare al meglio la stagione invernale? Ecco alcuni consigli utili contro i primi freddi.

GLI ALIMENTI ALLEATI DELLE DIFESE IMMUNITARIE

Il primo aspetto fondamentale per permettere un buon funzionamento del sistema immunitario è fornire al nostro organismo tutte le sostanze di cui ha bisogno. Queste sostanze intervengono nella risposta immunitaria in diversi modi. Alcune esercitano un’azione antiossidante proteggendo l’organismo dallo stress ossidativo provocato dalle infezioni e altre modulano i meccanismi di difesa attivando le cellule immunitarie. Alcune di queste inoltre entrano a far parte della composizione strutturale delle componenti del sistema immunitario.

Come fare il pieno di queste sostanze:

La frutta fresca di questa stagione, così come la verdura a foglia verde sono ricche di VITAMINA C e BETA CAROTENE, precursore della VITAMINA A. Mettiamo  in tavola arance, mandarini, clementine, cachi, melagrana kiwi, zucca ma anche broccoli, cavoli, verze, bietole, spinaci ed erbette. Con la frutta secca faremo scorta di VITAMINA E, MINERALI (Zinco, Rame, Selenio) e OMEGA 3, di cui anche il pesce è una fonte preziosa. Non trascuriamo l’importanza dei cereali integrali e dei legumi, fonti importanti di MINERALI e FERRO, quest’ultimo contenuto anche nella carne e nella verdura a foglia verde.

Un capitolo a parte merita la VITAMINA D, che si è visto essere fondamentale per l’attivazione del sistema immunitario. La maggior parte viene prodotta sulla pelle in seguito all’esposizione dei raggi solari. Gli alimenti ne sono una fonte meno importante: si può ritrovare in particolare in quelli di origine animale come pesce, formaggi e il tuorlo d’ uovo, ricco anche di minerali come ferro, zinco e selenio.

 

UN AIUTO DALLA NATURA

                                        

Oltre che con un’alimentazione varia e di stagione, la natura ci offre altri prodotti ricchi di proprietà antibatteriche ed antivirali, antiossidanti ed in grado di prevenire o limitare la durata delle malattie stagionali da raffreddamento. Si tratta  di prodotti erboristici ampiamente utilizzati sia come immunostimolanti da iniziare con la comparsa dei primi freddi, da proseguire poi per tutto l’inverno, sia come terapia.

Ma quali sono i prodotti erboristici con dimostrata efficacia nella stimolazione del sistema immunitario?

Vediamoli insieme:

ECHINACEA

L’ECHINACEA è una pianta erbacea perenne le cui radici, foglie e fiori hanno diverse proprietà ad attività immunostimolante aspecifica. I principi attivi dell’Echinacea svolgono inoltre attività antinfiammatoria, antivirale, antibatterica e cicatrizzante.

Indicazioni: Si utilizza per la prevenzione e il trattamento delle infezioni delle alte vie respiratorie ed in particolare per il raffreddore e le sindromi influenzali. Se assunta ai primi sintomi, riduce la durata di queste infezioni.

PROPOLI

La PROPOLI è un prodotto delle api, costituito da una miscela derivata dalle gemme di alcune piante ed elaborata con della cera per creare un composto ricco di flavonoidi, vitamine (tra cui la C e la E) e minerali. Grazie alle sostanze contenute, la Propoli esercita un’azione antibatterica, antimicotica, antivirale, cicatrizzante, antiossidante ed immunostimolante. Infine grazie al contenuto di flavonoidi esercita un’azione protettiva nei confronti di permeabilità e fragilità capillare.

Indicazioni: Si utilizza nel trattamento delle infezioni virali invernali, in particolare è utile contro il mal di gola e la prevenzione di raffreddori e influenze. Grazie alla sua attività antimicotica e antinfiammatoria se ne consiglia l’utilizzo per il trattamento di afte, gengiviti e il mantenimento di una buona igiene orale oltre che di ferite e bruciature per la sua azione cicatrizzante.

ROSA CANINA

La ROSA CANINA è una pianta spontanea appartenente alla famiglia delle rosacee. La gemma della Rosa Canina ha proprietà immunomodulanti e antiinfiammatorie migliorando la risposta alle infezioni acute delle alte vie aeree. Esercita inoltre un’azione protettiva nei confronti dello sviluppo di sintomi allergici quali riniti e congiuntiviti. Le bacche hanno un’elevata concentrazione di vitamina C e flavonoidi che agiscono in combinazione stimolando le difese immunitarie e agendo con effetto protettivo nei confronti della circolazione.

Indicazioni: Grazie alle sue proprietà, la Rosa Canina è particolarmente indicata per la prevenzione di raffreddori e patologie infiammatorie acute quali otiti, tonsilliti e rinofaringiti, oltre che nella prevenzione dello sviluppo di sintomi allergici. La sua azione terapeutica risulta inoltre efficace nel trattamento di mal di gola, raffreddore e influenza, assumendola come infuso o tisana oppure come tintura madre.

RIBES NERO

Il RIBES NERO è una pianta dalle molteplici proprietà, differenti a seconda della parte che ne viene utilizzata. Le Gemme sono ricche di flavonoidi e glicosidi che hanno un’azione stimolante nei confronti del surrene stimolando la produzione di cortisolo. Quest’ormone prodotto dall’organismo ha un’importante azione antinfiammatoria naturale e antistaminica, oltre che immunostimolante, efficace per la prevenzione delle malattie influenzali. Le foglie vengono utilizzate per le loro proprietà diuretiche e depurative. I frutti, ricchi di vitamina C, flavonoidi, e altre sostanze sono utili per i capillari sanguigni ed esercitano un’azione vaso-protettrice.

Indicazioni: Grazie all’azione antinfiammatoria, immunostimolante e antistaminica, il Ribes Nero è impiegato nella prevenzione delle patologie allergiche quali asma, riniti e congiuntiviti oltre che di infezioni delle alte vie aeree. Presenta inoltre indicazione depurativa ed è utilizzato nel trattamento della fragilità capillare e della couperose.

UNCARIA

L’UNCARIA è una pianta le cui proprietà sono racchiuse nelle radici e nella corteccia. Viene utilizzata largamente per stimolare le difese immunitarie, in quanto i principi attivi che contiene, come gli alcaloidi, hanno una dimostrata azione immunostimolante: attivano la produzione di anticorpi e la proliferazione dei linfociti, le cellule immunitarie dell’organismo. Possiede inoltre una potente attività antivirale ed antinfiammatoria grazie ad altre componenti del suo fitocomplesso.

Indicazioni: l’assunzione dell’Uncaria viene impiegata per la sua azione immunostimolante nella prevenzione delle patologie invernali caratterizzate da infezioni virali, quali raffreddore, influenza, tosse e febbre. Come antinfiammatorio e antivirale viene inoltre impiegata nel trattamento delle infezioni acute delle alte vie aeree e di alcune patologie infiammatorie.

Tutte queste sostanze, a seconda del loro utilizzo, sono presenti in commercio in diverse formulazioni (tintura madre, creme, capsule, polvere, infusi, soluzioni idroalcoliche ecc.). Si possono trovare nelle varie preparazioni singole oppure associate tra loro o ad altre sostanze (come zinco o magnesio) nelle adeguate concentrazioni a seconda dell’effetto che si vuole ottenere.

ALCUNI CONSIGLI PRATICI

Oltre ad una sana alimentazione e all’assunzione di fitoterapici per prevenire le infezioni stagionali, un utile aiuto nella stimolazione del sistema immunitario è dato da alcune semplici indicazioni comportamentali:

  • Condurre uno stile di vita sano: giocare all’aria aperta e fare attività fisica mantiene il fisico attivo e riduce lo stress, responsabile dell’abbassamento delle difese immunitarie.
  • Garantire un riposo adeguato: dormire almeno 12 ore per notte permette di essere più attivi al mattino e di ridurre la  stanchezza. Spesso quest’ultima si associa infatti ad un calo delle difese immunitarie e ad una maggior incidenza di infezioni.
  • Lavarsi spesso le mani: al rientro da scuola e prima di mangiare, un gesto che va ripetuto più volte al giorno. Le mani toccano ovunque e sono quindi uno dei principali veicoli di infezione del nostro organismo. Lavarle rappresenta quindi il primo gesto di prevenzione.
  • Non affrettare il rientro in comunità: la sparizione dei sintomi non coincide la piena ripresa dell’organismo. Dopo un periodo di malattia, il sistema immunitario è debilitato perché ha dovuto far fronte all’infezione, e ci vuole del tempo perché si ristabilisca del tutto. Un rientro troppo precipitoso a scuola o all’asilo è controproducente perché espone un organismo ancora debole a nuovi stimoli infettivi per cui è facile che ci siano ricadute, tornando quindi alla situazione di partenza. Occorre quindi rispettare i tempi di convalescenza attendendo qualche giorno in più per permettergli la completa ripresa.

Conclusioni:

Possiamo far si che i nostri bambini affrontino al meglio le infezioni stagionali con un insieme di comportamenti utili a prevenirle seguendo anche questi consigli utili contro i primi freddi.

Una dieta varia ed equilibrata a partire dalla prima infanzia è essenziale per garantire l’apporto delle vitamine e minerali utili a sostenere le nostre difese.

Un apporto in più al sistema immunitario è dato dall’assunzione di principi attivi naturali ad azione sia immunostimolante sia terapeutica. Tali sostanze, di cui ho citato solo alcuni esempi, sono presenti in varie formulazioni sia singolarmente sia in associazione tra loro nelle dosi e nelle modalità, efficaci ad ottenere gli effetti desiderati.

Tali prodotti  sono comunque dei medicinali, è importante quindi consultare il vostro pediatra di fiducia che saprà consigliarvi la formulazione più adatta.

 

Mi trovi anche su instagram

Vai all’articolo precedente