Imparare l’inglese divertendosi con i nostri bambini!

Insegnare inglese ai bambini a casa, sin da quando sono piccoli, li aiuterà a familiarizzare con la lingua. Scoprire storie, racconti, canzoni e giochi di memoria li aiuteranno a memorizzare le loro prime parole inglesi​ per rendere così l’apprendimento di una seconda lingua più un gioco ed un piacere, che un dovere ed uno stress quando saranno a scuola.​

L’apprendimento inizia a casa!

Iniziare ad avvicinare i bambini, fin dalla tenera età, all’inglese a casa può essere l’occasione per costanti piccoli passi per aiutarli a familiarizzare con la lingua o come rinforzo di quanto imparano a scuola. Alcuni genitori si preoccupano del proprio livello di inglese​ ma, per ​la mia personale esperienza, il coinvolgimento diretto e l’entusiasmo dei genitori sono i primi e più importanti tasselli per​ catturare l’interesse dei bambini, indipendentemente dal vostro livello di competenza. ​Non abbiate quindi timore, provateci!

​​Ecco qui alcuni suggerimenti e idee per aiutarvi​ a rompere il ghiaccio.

Routine

Stabilire una routine o un momento preciso della settimana dedicato all’inglese può aiutarvi a creare un’abitudine fruttuosa. Utilizzare, a inizio attività, sempre la stessa frase o le stesse canzoni vi aiuterà a stabilire questa routine e ad avvisare vostro figlio che il momento dedicato all’inglese si sta avviando. Mantenetevi su tempi corti, non più di ​10-​15 minuti per volta (a seconda dell’età del bambino)  e cercate di mettere in atto attività varie e divertenti per non perdere l’attenzione e l’interesse di vostro figlio.
A piccoli passi si arriva lontano! Usare regolarmente la lingua inglese in un momento della giornata in cui tuo figlio se l’aspetta può essere di grande aiuto. Potreste, ad esempio, introdurre l’idea di una favola della buona notte, o cantare insieme una canzone all’ora del bagno.

Racconti e storie

Leggere storie illustrate è un modo ottimo per introdurre e esplorare la lingua inglese, e insieme divertirsi allo stesso tempo!
I bambini amano molto ascoltare storie, leggerle e rileggerle. Riguardare insieme un libro già noto vi assicurerà un pubblico entusiasta e sarà anche un’occasione fantastica per approcciarsi a vocaboli e frasi. Iniziate con un approccio interattivo e incoraggiate i bambini facendo loro semplici domande sulle figure che vedono: “Dov’è il cane blu?”. Attraverso l’uso della ripetizione, i bambini diventeranno gradualmente più sicuri, sempre più capaci di seguire la storia e le parti che riconoscono.

Canzoni e filastrocche

Cantare canzoni o recitare filastrocche con i vostri bambini è un modo semplice e divertente per introdurre, l’inglese. Ripassare, nuovi elementi linguistici, in modo spontaneo e naturale.
Dopo avere ascoltato una canzone o una filastrocca per qualche volta, i bambini iniziano a seguire con naturalezza testi e musiche e, con l’aiuto di un supporto visivo quale ad esempio un video o un pupazzo, possono imparare ancora di più.

Giochi e flashcard

I giochi aiutano ad imparare con leggerezza, divertendosi e coinvolgendo i bambini. Potete usare le flashcard ​(o carte tematiche montessoriane, dette anche carte delle nomenclature) ​in tantissimi modi come, ad esempio, giocando a Memory​ o stimolando in loro il pensiero logico facendo ripercorrere, grazie alle immagini ed alle associazioni parola-figura,​ la loro giornata

 

Libri prime parole

Quando fate approcciare i vostri figli all’inglese, cercate di concentrarvi su temi che siano interessanti per il bambino. Usando frasi che siano di uso comune, nella loro lingua madre, a casa o a scuola.
Come punto di partenza potreste prendere spunto da alcuni di questi ambiti:
Cibo e bevande, Giocattoli, Numeri, Colori, Vestiti, Animali, Forme ed utilizzare come supporto i libri prime parole, utilissimi sia a casa che in ambito scolastico. Ottimi, per quanto riguarda le proposte che trovate in Usborne, ci sono i “Big Book” od i “my very first word book”. Quest’ultimi suddivisi proprio per tematiche.

 

Pian pianino…

Inserire l’inglese nella vostra routine settimanale può fare diventare lo studio dell’inglese un’attività del tutto gestibile, e un’abitudine a cui più facilmente adeguarsi. Assicurandovi che il tempo dedicato all’inglese sia giocoso e rilassato renderete il tutto, per voi e per i vostri figli, un momento da condividere con piacere.

Imparare l’inglese divertendosi con i nostri bambini! E’ possibile!