Pulizie di primavera ( Pasqua )

Quando ero incinta, ho avuto per entrambe le gravidanze, nel primo trimestre le minacce di aborto, quindi avevo chiamato una ragazza che mi aiutasse a sistemare la casa… Aaahhh che bello che era avere sempre tutto fatto!

Ma poi ahimè ho perso il lavoro e la magia del tutto pronto è finita!

Fortunatamente mio marito è molto collaborativo, ma comunque non vogliamo passare tutto il nostro tempo a pulire, quindi ho cercato di ORGANIZZARE bene la questione, sia per le pulizie settimanali, che per ogni tipo di pulizia: di primavera, una volta ogni tanto, ecc… Sta ad ognuna di noi trovare il metodo più consono alla propria casa, l’importante è che, essendo essa di tutti i membri della famiglia, tutti siano partecipi a seconda delle loro possibilità.

Quando si fanno

Le PULIZIE DI PRIMAVERA (o Pasqua) si chiamano così, proprio perché vengono effettuate con i primi caldi, quando si possono tenere le finestre più aperte. Non bisogna per forza farle tutte e subito, ma a seconda delle nostre possibilità: o le svilupperemo nel giro di qualche giorno, o magari per 2, 3 weekend; tutto dipende dalla disponibilità oraria che si ha, dalla grandezza della casa e da quante persone ci abitano.

Come iniziare

Per pulire in modo semplice e efficace, il segreto è avere una casa minimalista e ordinata, cioè pochi oggetti in giro e essenziali; più cose ci saranno e più polvere ci sarà. Infatti è importante fare costantemente un bel decluttering, ossia eliminare tutti quegli oggetti, cose, che non sono più funzionali al nostro spazio.

Come organizzarsi

Il primo passo importante è fare una to do list delle cose da fare e suddividere ogni attività in una mansione più piccola. Poi controlleremo di avere tutto il materiale ,così da non dover lasciare una faccenda a metà. Poi stabiliremo le proprietà per l’ordine dello svolgimento di esse: le più pesanti, le più trascurate, le più importanti per noi… questi passaggi le dovrete decidere in base a voi stesse.

Come svilupparle

A prescindere da quale sarà la vostra to do list da svolgere. La regola numero uno sarà sempre e comunque: procedere dall’alto verso il basso della stanza, per non sporcare dove si era già pulito! Il metodo più usato è procedere per stanze: farne una a fondo e poi passare a quella successiva, iniziando dalle meno usate. Non starò qui ad elencarvi passo passo cosa pulire, quello lo stilerete voi nella vostra to do list, vi dico solo che questa è l’occasione per pulire “in grande” tutti quei punti che non si fanno mai.

Perché pulire

Non si pulisce solo per decoro, ma anche perchè quando la casa è in ordine, pulita e profumata, ci si sente meglio e ci si abita meglio… non trovate? Mentre farai le pulizie, ti verranno anche un sacco di idee su come sistemare la casa al meglio, sia per grandi cambiamenti, che per piccoli accorgimenti quotidiani.