Come cresce il mio bambino?

Parliamo di fasi dello sviluppo.  I bambini si sviluppano con un ritmo personale che varia da bambino a bambino. Non si può sapere con esattezza quando conquistano una capacità. Ogni bambino ha i suoi tempi ma ci sono delle “indicazioni generali” utili a capire le varie fasi.  Ogni  genitore si chiede che cosa deve aspettarsi dalla crescita del suo bambino ponendosi molte domande:  quando lo vedranno sorridere? quando dirà mamma? quando inizierà a camminare?

Un periodo esatto dove il bambino inizierà a parlare o camminare non c’è. Ci sono bambini che inizieranno a 10 mesi a camminare e altri a 14 mesi.

Ci sono però delle fasi di crescita a cui fare riferimento. Periodo in cui i bambini potrebbero acquisire determinate capacità. Vediamole di seguito:

CLICCA SULL’IMMAGINE per SCARICARE  il PDF

Fasi dello sviluppo

Lo sviluppo del bambino da 0 a 3 mesi

  • Aumenta pian piano la capacità di controllare la testa,  riesce poco a poco a tenere sollevata. Quando è a pancia in giù inizia a sollevarla.
  • Porta le mani alla bocca.
  • Riconosce i volti familiari come quello della mamma.
  • Si interessa a visi non familiari.
  • Sorride in risposta al sorriso di una persona.
  • Reagisce ai suoni.
  • Riconosce la voce di chi è intorno a lui.
  • Prime vocalizzazioni.

 

Lo sviluppo del bambino a 3-6 mesi

  • Solleva bene la testa e la gira di lato, anche a pancia in giù.
  • Tenta di mettersi sul fianco quando si trova a pancia in su piegando le gambine.
  • Riesce ad afferrare oggetti con entrambe le mani, a portarli alla bocca.
  • Risponde con vocalizzi alla voce di chi gli sta vicino.
  • Sorride spontaneamente
  • Si gira verso l’origine di un suono
  • Inizia ad imitare i suoni
  • Segue gli oggetti in movimento.
  • Ricambia il sorriso dell’adulto
  • Si diverte a giocare con gli altri e può dispiacersi se il gioco viene interrotto
  • Drizza la testa e il tronco quando si trova in posizione prona (a pancia sotto)
  • Si piega sulle ginocchia quando i piedi sono appoggiati a una superficie stabile
  • Comincia a balbettare e a formulare spontaneamente dei suoni per
    gioco
  • Afferra e agita giochi con le mani (coordinazione viso-motoria)
  • Allunga le gambe e scalcia quando è sdraiato

Lo sviluppo del bambino a 6-8 mesi

  • Sta seduto con o senza appoggio.
  • Controlla bene capo e tronco.
  • Riesce a mettersi su un fianco e a rotolare.
  • Si piega sulle ginocchia.
  • Afferra gli oggetti e li porta alla bocca.
  • Riconosce volti familiari e modifica il comportamento se si trova con persone estranee.
  • Gli piace giocare con altre persone.
  • E’ condizionato dalle emozioni degli altri.
  • Gli piace guardarsi allo specchio.
  • È molto curioso nei confronti di giochi e oggetti
  • Risponde al proprio nome.
  • Risponde ai suoni emettendo suoni. Comincia la lallazione.

Lo sviluppo del bambino a 9-11 mesi

  • Rotola, striscia, gattona, si mette a sedere da solo.
  • E’ capace di sostenere il proprio peso sulle gambe e, in alcuni casi, a mettersi in piedi.
  • Passa oggetti da una mano all’altra, li lascia, riesce ad afferrare oggetti con due dita.
  • Riesce a trovare oggetti parzialmente nascosti.
  • Si sforza per raggiungere oggetti che non sono vicini a lui.
  • Risponde al proprio nome.
  • Può avere timore degli estranei.
  • Ha i suoi giocattoli preferiti.
  • Comincia a imitare gesti familiari (smorfie, battimani, ciao-ciao).
  • Pronuncia e ripete piccole catene di suoni.
  • Usa la voce per esprimere la gioia e il dispiacere
  • Si interessa alle immagini nello specchio
  • Risponde alle espressioni che indicano emozioni

Lo sviluppo del bambino a 12+ mesi

  • Si mette in piedi e compie passi laterali, cammina appoggiandosi ai mobili e alle sedie o in modo autonomo.
  • Afferra oggetti in modo sempre più fine e coordinato.
  • Inizia a usare da solo il cucchiaino.
  • Mette e toglie oggetti da un contenitore.
  • Può mostrare paura in alcune circostanze e timoroso con estranei.
  • Compie gesti intenzionali  ed esprime preferenze. Ad esempio allunga un libro ai genitori quando vuole ascoltare una storia.
  • Inizia a utilizzare gli oggetti in modo corretto (il pettine per pettinarsi, il bicchiere per bere, il telefono per telefonare…).
  • Indica.
  • Comprende il “no”.
  • Dice “mamma” e “papà” e accenna qualche altra parola.
  • Aumenta la sua capacità di seguire con gli occhi oggetti in
    movimento

Contatti Utili

Erica Sardo

Potete contattarmi alla mia EMAIL: erica.tata@hotmail.com