Alcune volte durante l’allattamento capita di di ritrovarsi un ingorgo mammario. Andiamo a vedere di cosa si tratta e come risolverlo.

La Leche League lo definisce così:

Ingorgo = una condizione di infiammazione e congestione dell’intera mammella o di un’ampia zona di essa (uno o più quadranti). C’è dolore, il seno è duro, gonfio, caldo, la pelle può essere lucida, il latte non fuoriesce alla suzione o alla spremitura. Febbre assente o leggera, malessere ma condizioni generali buone.

Quando si manifesta l’ingorgo:

I motivi possono essere tanti, vediamone alcuni:

  • In seguito ad un mancato svuotamento. Ad esempio se passano troppe ore dall’ultima poppata, il seno potrebbe essersi riempito troppo e successivamente il bambino potrebbe non riuscire a svuotarlo bene.
  • A causa di una compressione (tipo un reggiseno rigido e stretto).
  • Quando il latte all’interno del seno è incrementato velocemente (tipo durante la montata lattea),

Vedremo qui di seguito cosa fare se ci si ritrovasse in questa situazione.

Come risolverlo?

Attaccare il bambino al seno. Questo è sicuramente il modo più semplice per svuotarlo, purtroppo non sempre è efficace perché spesso in caso di ingorgo mammario la fuoriuscita del latte è molto difficoltosa e il bambino potrebbe innervosirsi. L’allattamento al seno è a richiesta del bambino ma può essere guidato dalla madre se c’è la necessità di svuotare il seno!

Prima di attaccarlo puoi provare ad utilizzare l’acqua calda per agevolare la fuoriuscita del latte fare impacchi caldi/umidi sul seno lo renderà già un pochino più morbido. Per farlo si può utilizzare un asciugamano bagnato e strizzato bene, oppure fare direttamente una doccia calda.
Poi attacca il bambino al seno, tieni presente che il lato del seno che viene svuotato di più è quello verso cui il bambino ha rivolto il mento. Quindi se attacchi il bimbo nella classica posizione a culla svuoterà maggiormente il quadrante interno del seno.
Date queste premesse, un aiuto può essere attaccare il bambino con il mento rivolto verso il quadrante del seno più ingorgato.

Tra una poppata e l’altra è utile svuotare il seno tramite i massaggi e la spremitura manuale: massaggiare delicatamente il seno con movimenti circolari, procedendo a spirale dalla base del seno verso il capezzolo: aiuta la fuoriuscita del latte e rilassa. Questo può essere fatto anche appena prima di attaccare il bimbo se vediamo che il seno è troppo teso e il bimbo fatica ad attaccarsi.