Bambini e sanità: non tutte le strutture fanno al caso loro

Ciao a tutte amiche mamme e amici genitori,

oggi per la prima volta da quando sono entrata a far parte di questo bellissimo gruppo mi discosto un pò dal mio solito “raccontare di me”.

Il presupposto di sempre: prevenire è meglio che curare ma con i bambini si sa, non sempre dipende da noi. Noi ci impegnamo ogni giorno a proteggerli ma alcune cose sono fuori dal nostro controllo.

Io abito in provincia di Mantova, in Lombardia, e al momento lavoro al CUP in uno dei principali ospedali della mia zona; proprio per questo vorrei potervi dare qualche semplice dritta sulla gestione sanitaria (burocratica) dei vostri bambini.

Sto cercando di raccogliere più informazioni possibili dai nostri medici e dalle nostre infermiere in modo tale da darvi qualche informazione in più anche le prossime volte. Il mondo della sanità è un mondo molto vasto e molto più complesso di quello che si possa pensare.

Partiamo dalle basi.

Le linee guida del Sistema Sanitario Nazionale sono generiche per tutte le regioni ma ognuna di esse ha parte di gestione autonoma. In Lombardia, per esempio, i vostri figli dagli 0-14 anni hanno diritto all”esenzione per età (la E11). Esenzione simile utilizzata in Veneto è la 7RQ che, ad esempio, in Lombardia non passa e si paga regolare ticket. Quindi da verificare sempre che il medico inserisca l’esenzione di regione per i minori di 14 anni sull’impegnativa e chiedere, quando si prenota in una regione diversa dalla propria, se viene comunque considerata. Solo per non avere sorprese indesiderate. So che è un argomento un tantino complesso e articolato quindi se avete domande non esitate a chiedere.

Cosa più importante. Non tutti i pronto soccorso e non tutti gli ospedali sono preparati a seguire i bambini. In caso di visite chiamate prima gli ospedali della vostra zona che hanno il reparto di pediatria per sapere se hanno posto e se svolgono i controlli di cui avete bisogno. A maggior ragione per il pronto soccorso. Se avete vicino un ospedale con la pediatria sicuramente sarà più opportuno portare, in caso di infortunio o malessere, vostro figlio li.

Quando avrò maggiori informazioni sarà mia premura scrivere nuovamente per condividere con voi quali strutture sono più specializzate di altre rispetto ad eventuali patologie.

Un abbraccio

Silvia