Sugar Awareness week

 

Buongiorno genitori, voglio dedicare il mio articolo di oggi alla settimana nella quale ci troviamo.
A partire dal giorno 8/11 fino al 14 si svolge la “sugar awareness week” la settimana sulla consapevolezza del consumo di zucchero.

Che cosa significa e perché è stata istituita “sugar awareness week” ?

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad una transizione nutrizionale da diete ipocaloriche verso diete più caloriche nelle quali vi è un maggiore consumo di zuccheri semplici, prodotti ad elevato consumo di grassi e sale.
Questo atteggiamento è fra i fattori di rischio delle malattie non trasmissibili quali ad es. l’obesità, il diabete, l’infarto miocardico, alcuni tumori e le carie dentali.
Per questo motivo sono state istituite le settimane delle consapevolezze, per sensibilizzare la popolazione sul consumo di sale, zucchero e grassi.

Partiamo quindi con alcune definizioni: il termine generico “zuccheri” comprende due categorie:

• Gli zuccheri intrinseci ossia quelli contenuti negli alimenti come frutta e verdura, legumi, latte etc.

• Tutti gli altri zuccheri definiti “zuccheri liberi” o estrinseci: saccarosio, fruttosio, sciroppo, miele, etc che possono essere quindi aggiunti all’alimento.

I Polialcoli (sorbitolo, mannitolo, xilitolo,lattilolo, eritrolo etc.) sono strutturalmente simili agli zuccheri e vengono utilizzati come dolcificanti (edulcoranti) nelle preparazioni alimentari in virtù del limitato apporto energetico.

Ma cosa dobbiamo sapere sugli zuccheri e come dobbiamo comportarci?

Vediamo cosa ci dicono le linee guida CREA:

a) modera il consumo di alimenti e bevande dolci nella giornata

b) limita il consumo di zuccheri riducendo il numero di cucchiaini che aggiungi alle bevande (il latte è già dolce), le caramelle e i dolciumi. Non ridurre il consumo di frutta o latte importanti per la salute indipendentemente dal loro contenuto in zuccheri.

c) preferisci, tra gli alimenti dolci, i prodotti da forno che contengono meno grasso e zucchero e più amido, come ad es. alcuni biscotti, torte non farcite etc. ricordati che un dessert meno calorico rispetto ad altri è il gelato ma non eccedere nelle quantità.

d) utilizza in quantità controllata i prodotti dolci da spalmare sul pane o sulle fette biscottate (non solo le creme ma anche marmellate, confetture di frutta, miele)

e) limita il consumo di prodotti che contengono molto zucchero e specialmente quelli che si attaccano ai denti, come caramelle morbide, torroni etc. Lavati comunque sempre i denti dopo ogni pasto o spuntino- Portarsi a scuola o al lavoro spazzolino e dentifricio non è impegnativo.

f) limita il più possibile il consumo di bevande zuccherate: le calorie supplementari da loro apportate rischiano di farti aumentare di peso e di avere un impatto negativo sulla salute.

g) se vuoi consumare alimenti e bevande dolci ipocaloriche, dolcificante con edulcoranti sostitutivi, controlla sull’etichetta il tipo di edulcorante usato e le avvertenze da seguire. È meglio evitare di consumare in modo monotono prodotti che contengono lo stesso edulcorante. Attenzione all’uso di prodotti con i dolcificanti nei bambini e nelle donne in gravidanza.

Per concludere però vi voglio dare anche un’idea della quantità di zucchero estrinseco che possiamo utilizzare nella giornata in accordo alle linee guida CREA da aggiungere ad es. al latte, tè o caffè:

a) Nessun cucchiaino per i bambini fino agli 11 anni

b) 1 cucchiaino (5g) per bambini e ragazzi dagli 11 ai 17 anni

c) 1 cucchiaino per adulti con assunzione calorica di 1500kcal

d) 1 cucchiaino e ½ per adulto con assunzione calorica di 2000 kcal

e) 2 cucchiaini per adulto con assunzione calorica di 2500 kcal.

Il consumo totale di zuccheri semplici intrinseci ed estrinseci infine non deve superare il 15% dell’apporto energetico totale, per capirci meglio 75g per un soggetto con fabbisogno energetico pari a 2000 kcal. L’OMS specifica inoltre che gli zuccheri liberi non devono superare il 10% vale a dire 50g.

Lo zucchero che aggiungiamo alle bevande è sicuramente la prima azione che tutti possiamo modificare, andando a ridurlo fino ad eliminarlo del tutto.

Gli alimenti senza zucchero aggiunto hanno tutto un altro sapore!!