r.parentNode.insertBefore(t,r)}}("https://s.pinimg.com/ct/core.js"); pintrk('load', '2613318792379', {em: ''}); pintrk('page');

Tante idee e spunti

per il vostro calendario dell’avvento

La tradizione del calendario dell’avvento è davvero molto sentita da molte famiglie. Ogni giorno un pensiero, un biglietto, un dolcetto fanno diventare l’attesa del Natale molto più dolce.

Chi la prepara per i bambini, chi per moglie o marito, chi per una amica, insomma, preparare 24 pensieri per una persona a cui vogliamo bene ci riempie il cuore e fa felici sia chi lo crea, sia chi lo riceve.

Da dove arriva questa tradizione?

L’ inventore del Calendario fu Gerhard Lang, un editore protestante tedesco, nel 1913. Si dice che la sua idea nacque da un ricordo d’infanzia quando la madre gli preparava tanti piccoli sacchetti, durante il mese di dicembre, contenenti ognuno un biscotto. Questa idea teutonica si è diffusa poi in tutto il mondo. A quel tempo, agli inizi del 1900, in Germania, i bambini usavano aspettare il Natale facendo il conto alla rovescia dal 1 Dicembre al 25 e scartando ogni giorno un pacchetto con una sorpresa.

Divenuto editore, Lang realizzò un calendario con un disegno per ogni giorno del mese nell’attesa del Natale. L’anno successivo introduce nel calendario, a contornare i disegni, per ogni giorno, delle finestrelle, che aprendosi lasciano uscire un angioletto di carta o un uccellino da ritagliare e conservare. Il giorno di Natale a sbucare dalla finestrella del 25 Dicembre il bambinello Gesù. nell’ultima versione del calendario alle figurine furono sostituiti dei dolcetti.

Nacque così una tradizione che divenne presto popolare anche in altri Paesi.

Come si fa il calendario?

Ne esistono di tantissimi tipi. Ci sono quelli già pronti in vendita con Cioccolatini, gioielli, stickers, colori, lego, trucchi, ecc.. con tutto già pronto al loro interno. Costano un pochino di più ma non si deve pensare a nulla se non a comperarlo e farlo trovare il primo dicembre.

Qui trovi alcuni esempi:

Calendario pronto in legno

Alcuni esempi di calendario pronto in legno. Solitamente sono pannelli con dei cassettini da aprire o porticine da riempire con biglietti con frasi, con dolcetti piccoli o con bigliettini. Non hanno molto spazio quindi sono adatti per cose piccoline.

Sacchetti, pacchettini o casette

Sono i più classici calendari visti in commercio. Spesso vengono venduti pacchetti con sacchettini o scatoline già pronte e gli adesivi da attaccare in esterno.

Qui ci può essere libertà e fantasia sul posizionamento: chi fa un lungo filo con i sacchettini attaccati, chi usa una scala, chi il camino, chi un pannello con i chiodini, chi crea un villaggio di casette.

I regali possono essere molto personalizzati a seconda della persona che li riceve.

Calendario con materiale di riciclo

Chi è amante del fai da te può davvero sbizzarrirsi e creare tutto da solo. Una volta io ho utilizzato i rotoli vuoti della carta igienica e ho creato una casetta proprio come questa.

 

Cosa mettere all’interno del calendario dell’avvento?

Ecco la fatidica domanda che tutti si fanno: cosa mettiamo all’interno?

Questo dipende molto dalla persona che lo riceve. Adulto o bambino? Maschio o femmina?

La cosa principale a cui pensare è la semplicità e varietà dei regali. Concentratevi sulla persona a cui lo fate, pensate a quello che le piace e poi iniziate a buttare giù le idee su un foglio.

Qualche idea:

Vi lascio di seguito alcune idee per realizzare il calendario con i vostri bambini

  1. Memory di Natale
  2. Decorazioni da colorare e appendere
  3. Album da colorare
  4. Biglietto magico . Io lo avevo realizzato per la festa della mamma ma il disegno può essere personalizzato e ci si può scrivere ” buon Natale” o altre dediche personali.
  5. Decorazioni fai da te con stecchini di legno
  6. Pupazzo di neve con calza
  7. Scrivere la lettera a Babbo Natale
  8. Storie e libricini da leggere con i racconti natalizi
  9. Colori frizzanti, esperimento
  10. Esperimento del vulcano
  11. Libretti con colore magico ( che appare con pennarello ad acqua)
  12. Stickers da vetro
  13. Sabbia cinetica
  14. Braccialettini da creare
  15. Tatuaggi
  16. Mini puzzle
  17. Giochi di società ( ad esempio il gioco dell’oca)
  18. Stampini
  19. Calze antiscivolo Natalizie
  20. Mollettine
  21. Trottola
  22. Yo-Yo
  23. Acquerelli o set di colori
  24. Strumenti musicali fai da te (ad esempio il tubo della carta da cucina con dentro dei sassolini da decorare all’esterno diventa il bastone della pioggia)
  25. Bolle di sapone

Attività di socialità e divertimento

  1. Gita ai mercatini di Natale
  2. Andare a bere la cioccolata
  3. Invitare un amichetto
  4. Andare in una ludoteca
  5. Museo
  6. Uscire al ristorante
  7. Andare al cinema
  8. Visitare un acquario
  9. FAttoria didattica
  10. Zoo
  11. Andare in un parco divertimenti
  12. Piscina e scivoli al coperto
  13. Laboratorio didattico
  14. Letture animate

Attività culinarie

  1. Fare la pizza
  2. fare il pane
  3. preparare una merenda
  4. biscotti di Natale
  5. Brownie
  6. Budino al cioccolato
  7. Ciambella ai mandarini glassata
  8. Crostata crema pasticcera al limone

Ecco molte idee da cui prendere spunto.

Elfo sulla Mensola

Qui vi lascio il link all’articolo dell’elfo sulla mensola. Una nuova tradizione da cui prendere spunto per arricchire l’avvento se avete bambini piccoli. La conoscete?

clicca qui

 

Contatti Utili

Erica Sardo

Per stare sempre aggiornati e ricevere i nuovi contenuti ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM

Potete contattarmi alla mia EMAIL: erica.tata@hotmail.com

 

  • Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare” (Madre Teresa di Calcutta)

    Sono Erica Sardo, educatrice specializzata per la fascia d’età 0-6 anni, accompagno i genitori nel difficile compito di educare i bambini a crescere con serenità.

    Cara mamma, vorrei portarti con me nel mio mondo e farti conoscere un pochino della mia vita e delle mie passioni.

    Mi presento: sono Erica, moglie di Diego e mamma di Maria Maddalena, una bimba vispa e curiosa e di Emanuele, un piccolo cucciolo a cui piacciono le coccole.

    Pagina personale

    Per vedere tutti i miei articoli clicca nel link qui sotto:

    ——-> Erica Sardo <——-

    Qui troverai articoli di

Share This Story!

Scritto da: 

  • Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare” (Madre Teresa di Calcutta)

    Sono Erica Sardo, educatrice specializzata per la fascia d’età 0-6 anni, accompagno i genitori nel difficile compito di educare i bambini a crescere con serenità.

    Cara mamma, vorrei portarti con me nel mio mondo e farti conoscere un pochino della mia vita e delle mie passioni. Mi presento: sono Erica, moglie di Diego e mamma di Maria Maddalena, una bimba vispa e curiosa e di Emanuele, un piccolo cucciolo a cui piacciono le coccole.

    Pagina personale

    Per vedere tutti i miei articoli clicca nel link qui sotto:

    ——-> Erica Sardo <——-

    Qui troverai articoli di

 

 

Gotthold Ephraim Lessing

«L’ attesa del piacere è essa stessa il piacere»

filosofo e favolista tedesco

 

2021-11-17T16:59:26+00:00Di |

Share This Story!

Scritto da:

  • Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare” (Madre Teresa di Calcutta)

    Sono Erica Sardo, educatrice specializzata per la fascia d’età 0-6 anni, accompagno i genitori nel difficile compito di educare i bambini a crescere con serenità.

    Cara mamma, vorrei portarti con me nel mio mondo e farti conoscere un pochino della mia vita e delle mie passioni. Mi presento: sono Erica, moglie di Diego e mamma di Maria Maddalena, una bimba vispa e curiosa e di Emanuele, un piccolo cucciolo a cui piacciono le coccole.

    Pagina personale

    Per vedere tutti i miei articoli clicca nel link qui sotto:

    -------> Erica Sardo <-------

    Qui troverai articoli di

Argomenti

Torna in cima